Manifesto dell'osteopatia vegetale. L'osteopata della terra e degli alberi 

 

Paolo Zavarella 

 

Questo libro è la prova che l'unico limite all'osteopatia si cela nella mente dell'osteopata. Eravamo abituati a concepire i benefici della nostra professione come riservati all'essere umano, e al massimo a qualche animale. Ma in realtà ogni forma di consapevolezza in quanto tale non può che interagire con un cuore che pulsa, una mente in ascolto e delle mani che "pensano". La vita è movimento, in ogni sua espressione. Il mondo vegetale era un campo ancora inesplorato e tuttavia da sempre disponibile all'osteopatia e alle sue potenzialità. Per la prima volta nella storia, la nostra professione si apre finalmente alla possibilità di adattare principi, metodi e tecniche a beneficio di una "clientela" alquanto insolita, ma forse recettiva tanto quanto quella umana. La neurofisiologia vegetale ha dimostrato che fiori, piante ed alberi sono in grado di "sentire'" percepire luci, suoni, variazioni termiche, nonché la presenza, l'intenzione e il comportamento dell'uomo. Sta all'osteopatia ora imparare questo "nuovo" linguaggio non verbale, ma comunque presente; sviluppare una mente silenziosa e adeguare l'azione delle mani ad una meccanica e ad una fisiologia diversa ma non meno preziosa. 

Torna indietro

manifesto

Ebook: € 9.90 

Versione a stampa: € 19,90 


Ordina l'ebook






Ordina la versione cartacea





 

Ti auguriamo buona lettura con A.I.R.O.P. EDIZIONI 

Per info e proposte scrivi a edizioni@airop.it